Psicoterapeuta Roma San Paolo

Dott.ssa Sara Garibaldo – Psicoterapeuta Roma San Paolo

Psicoterapeuta Roma San Paolo

L’autostima

L’autostima comprende: la soddisfazione di sé, l’intima consapevolezza del proprio valore e la fiducia nella propria capacità di svolgere un determinato compito. Stimare noi stessi significa non mettere in discussione la nostra importanza e, di conseguenza, essere capaci di assumersi responsabilità nei confronti degli altri. Il rispetto per noi stessi, per i nostri bisogni, emozioni, potenzialità, aiuta ad entrare in un rapporto costruttivo con gli altri. Se questo rispetto manca (bassa autostima), anche il rapporto con gli altri ne viene profondamente condizionato.
L’autostima è una valutazione che la persona dà di se stessa. Tale valutazione varia tra due estremi: uno positivo ed uno negativo. Chi ha bassa autostima sperimenta: una scarsa fiducia in se stesso e nel mondo; una difficoltà di ascoltarsi e di individuare obiettivi realistici e coerenti con le proprie aspirazioni; la tendenza a dipendere dagli altri per ciò che riguarda la definizione del valore come persona e delle capacità; una ricerca continua del consenso degli altri, uno scarso spirito di iniziativa ed una scarsa disponibilità a rischiare; la tendenza a reagire d’impulso; la mancanza di un progetto di vita personale; una vulnerabilità ai disturbi d’ansia; uno stile comportamentale passivo. Tutti questi elementi possono contribuire al mantenimento di un basso livello di autostima.
All’opposto chi ha un’autostima eccessiva si mostra come una persona orgogliosa, estremamente testarda e sicura di sé e, come conseguenza, incapace di vedere i propri errori e gli eventuali comportamenti alternativi; in questo caso si parla di autostima ipertrofica. In generale, il miglioramento dell’autostima è una premessa fondamentale per il benessere psico-sociale della persona.

Possibili cause e origini

Anche in questo caso, la genetica e l’ereditarietà possono svolgere un ruolo importante, che sembra arrivare fino ad un 30%. Tuttavia, l’ambiente e le circostanze di vita risultano predominanti nel grado di sviluppo dell’autostima.

Tra i fattori ambientali più influenti emergono:

  • Ripetuti episodi di trascuratezza e/o abbandono. Questi possono far insorgere nella persona la sensazione di non essere “abbastanza” o di essere “carente”, e quindi di meritare in qualche modo ciò che ha subito.
  • Ripetute critiche o focalizzazioni sui punti deboli, che fanno sentire inadeguati, squalificati, mai “abbastanza” per gli standard altrui.
  • Aver subito esperienze di esclusione (a scuola o in casa) che possono suscitare l’impressione di essere diversi o sbagliati.
  • Appartenenza ad un particolare gruppo sociale o etnico. Questa situazione può esporre a discriminazione, pregiudizi ed isolamento da parte degli altri, e quindi creare un senso di diversità.
  • Infine, anche alcune situazioni di vita “adulte” (quindi non per forza legate all’infanzia/adolescenza) possono produrre un calo di autostima e dubbi sul sé. Ne fanno parte episodi di mobbing/isolamento/svalutazione sul posto di lavoro, relazioni violente, eventi traumatici e stress prolungato.

Psicoterapia cognitivo comportamentale

Solitamente le persone con scarsa stima di sé arrivano in studio con richieste di trattamento per stati depressivi, disturbi d’ansia, disturbi alimentari. Oltre a seguire il percorso specifico per la risoluzione di queste problematiche più ampie, un passaggio obbligatorio appare quello di risolvere il problema della visione negativa di sé. 

In questo caso il lavoro con la terapia cognitivo comportamentale prevede la focalizzazione sulla modifica delle credenze su di sé, la messa in discussione delle proprie convinzioni, la gestione dell’ansia, la tolleranza alle critiche, lo sviluppo di assertività, l’acquisizione di abilità sociali e interpersonali (qualora siano realmente assenti o carenti nella persona).

Per Contattarmi CLICCA QUI

Dott.ssa Sara Garibaldo – Psicoterapeuta Roma San Paolo Ostiense – Ricevo presso lo Studio PsiCo a largo Luigi Antonelli 14 a Roma, in zona Ostiense San Paolo.