Psicoterapeuta Roma Ostiense

Dott.ssa Sara Garibaldo – Psicoterapeuta Roma Ostiense

Psicoterapeuta Roma Ostiense

La comunicazione assertiva

In italiano il termine assertivo significa affermativo, sinonimo di positivo, cioè riuscito. In esso coesistono, dunque, due significati: l’affermare, esplicitare le proprie opinioni ed atteggiamenti, e l’impegno a risolvere positivamente le situazioni problematiche. L’assertività è quindi quella competenza relazionale che permette di riconoscere le proprie emozioni e bisogni e di comunicarli agli altri, mantenendo, nel contempo, una positiva relazione con gli altri. E’ dunque la legittima espressione dei propri diritti, interessi, sentimenti e convinzioni evitando la violazione o negazione dei diritti altrui.

Da un’analisi sulla letteratura in materia, Galeazzi indica le seguenti componenti:

  1. l’assertività positiva: capacità di esprimere e ricevere approvazioni, stima e affetto.
  2. l’assertività negativa: capacità di esprimere disapprovazioni e critiche agli altri.
  3. difesa dei propri diritti: capacità di proteggere i diritti e rifiutare richieste che ledono la libertà personale.
  4. l’assertività di iniziativa: l’abilità nel risolvere problemi e soddisfare personali bisogni, che consiste anche nel saper avanzare richieste, favori, ecc..
  5. l’assertività sociale: la capacità di interagire con le altre persone e di stabilire nuove relazioni, che si esprime nella padronanza relativa all’iniziare, continuare e concludere una conversazione nelle più diverse interazioni sociali.
  6. la direttività: concerne l’attitudine ad assumersi responsabilità e l’abilità nell’influenzare e guidare gli altri nelle situazioni interpersonali problematiche.

Per semplificare, l’assertività può essere descritta secondo uno schema di questo tipo, in cui i due estremi indicati come disfunzionali rappresentano l’assenza di assertività.

assertivitaa-222

L’assertività si caratterizza dunque per la presenza del rispetto e dell’auto-responsabilità, mentre nell’anassertività questi due fattori sono assenti.

Il training assertivo

Il training assertivo ha lo scopo quindi di aiutare il paziente ad esprimere in modo chiaro opinioni, convinzioni e bisogni, allo scopo di affermare i propri diritti, senza però negare quelli degli altri.

Di seguito vediamo i passi da compiere in un training assertivo:

  1. Prendere coscienza del proprio modo di comunicare.
  2. Rimuovere gli ostacoli alla comunicazione assertiva.
  3. Costruire competenze assertive.
  4. Stabilizzare il comportamento appreso.

Per concludere, il training assertivo si è dimostrato  una procedura efficace nel trattamento della rabbia. Esso permette infatti di rivalersi del torto subito senza però perdere il controllo e cedere all’aggressività. Ciò causa un conseguente aumento dell’autostima e del senso di efficacia personale nel gestire le relazioni interpersonali.

Infine, il training assertivo è indicato per tutti coloro che nelle situazioni interpersonali faticano ad affermare i propri diritti o rischiano di esprimerli con aggressività.

Per Contattarmi CLICCA QUI

Ricevo presso lo Studio PsiCo a largo Luigi Antonelli 14 a Roma, in zona Ostiense San Paolo.